Short story of the fashion shows

defilé

Quando le sfilate di moda non erano ancora degli show e le modelle erano mannequins…

Le sfilate di moda sono degli eventi che oggi si avvicinano di più a uno show che a una presentazione della collezione vera e propria. Anzi, spesso sfilano in passerella abiti che poco hanno a che fare col prodotto che andrà realmente in vendita nei negozi. Lo show è pensato per attirare i media, creare “rumore”, far parlare, e richiede moltissimi mesi di lavoro di organizzazione e impiega diverse figure professionali, dal regista allo scenografo, dalla stylist ai makeupartist, dai promoter ai giornalisti. Ma la sfilata di moda è nata originariamente con lo scopo di mostrare direttamente alle clienti finali l’abito indossato, di illustrare loro come cade addosso, come si piega e si modifica su un corpo in movimento, per convincerle ad acquistare il capo. Questo accadeva fino agli inizi del secolo scorso, e anzi era già una grossa novità rispetto all’uso dei mannequins, che erano piccole bambole (la misura poteva variare dai pochi cm al mezzo metro e oltre) sulle quali veniva ricostruito il modello dell’abito in miniatura, per promuovere il lavoro del sarto senza costringerlo a lavorare su un capo in dimensioni reali.

Mannequins è il nome che è rimasto poi alle modelle in carne e ossa, molto prima dell’avvento delle top model e dei fashion show, quando le modelle sfilavano una alla volta nell’atelier del sarto/stilista, tra gli astanti, tenendo in mano un cartellino che indicava il numero dell’uscita, per permettere alle clienti di appuntarsi il modello preferito nel corso del defilé.

VUOI LEGGERE ALTRE STORIE SULLE SFILATE DI MODA? CLICCA QUI

Fashion shows are events that today are shows more than simple presentations of the collection. Indeed, often in the catwalk there are different clothes instead of the products really sold in stores. The show is concepted to attract the media, create “rumours” to speak and requires many months of work and various professionals: the director, the set designer, stylists, makeupartists, promoters and reporters. But the fashion show was originally born in order to show directly to end customers the dress worn, to show them how it fits, as it bends and changes on a moving body, and convince them to buy the garment. This happened until the beginning of the last century, and indeed was already a big news over the use of mannequins, which were a kind of small dolls (long from a few centimetres to over 50 cm). On these dolls were recreated models in miniature of the dresses, to promote the work of the tailor without forcing him to work on a full-size garment.

Mannequins is the name that has stuck the models, long before the advent of supermodels and fashion shows, when models paraded one at a time in the atelier of the tailor / stylist, holding a card indicating the number of the outfit, to allow customers to write down their favorite outfit during the fashion show.

LOOKING FOR MORE STORIES ABOUT FASHION SHOWS? CLICK HERE

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: